Chiudi

Periodo storico: Epoca Moderna

Il museo comunale d'arte moderna, dell'informazione e della fotografia (MUSINF) è stato istituito nel 1981 realizzando un progetto del critico Carlo Emanuele Bugatti e sottoscritto da artisti quali Virgilio Guidi, Umberto Mastroianni, Orfeo Tamburi. Il MUSINF documenta il rapporto fra parola e immagine come binomio informativo, con una particolare attenzione all'utilizzo della fotografia, come espressione artistica e come supporto informativo.


Informazioni

Apertura

Descrizione

Numerose sono state le adesioni al progetto e le donazioni di grandi artisti che hanno contribuito a far diventare il MUSINF uno dei principali centri italiani di documentazione dell'arte contemporanea, dell'incisione e della fotografia, con circa 1700 opere donate da oltre 50 maestri di primo piano del panorama nazionale.

Al Museo è annessa una sezione dedicata alla Scuola Fotografica Misa sorta a Senigallia negli anni Cinquanta e nota in campo nazionale soprattutto grazie alla figura di Giuseppe Cavalli, fondatore del gruppo e teorico della fotografia, e Mario Giacomelli, fotografo di fama internazionale.

In particolare di Mario Giacomelli il museo possiede una completa raccolta antologica di duecentocinquanta foto selezionate e donate dallo stesso artista che copre un arco di tempo che va dagli anni cinquanta a oggi, con alcune delle sue serie più famose, come “Scanno” o “Io non ho mani che mi accarezzino il viso”, gli scatti dei celebri “pretini” che giocano nelle loro tonache nere.

Il Musinf propone nei giorni 11 e 30 luglio dalle 18.00 alle 19.00 dei laboratori didattici per bambini dai 6 ai 12 anni:
“La Magia della cianotipia, stampiamo in blu.”
Che cos’è la Cianotipia? E’ la più semplice delle tecniche fotogra che antiche.
I bambini potranno divertirsi imparando a stampare immagini con la luce del sole
in toni di blu.