Chiudi

La chiesa ed il convento di Santa Maria delle Grazie sorgono in collina a 2 chilometri dalla città. L'edificio nel suo complesso fu costruito come ex voto da Giovanni della Rovere dopo la nascita tanto attesa di un erede maschio, Francesco Maria, che nacque il 25 Marzo 1490.


Per saperne di più

All'interno della chiesa dietro l'altare, è possibile ammirare una delle opere d'arte più importanti del territorio di Senigallia: la Madonna con Santi del Perugino. La tavola databile negli anni attorno al 1490, rappresenta la Vergine col Bambino fiancheggiati da sei figure di santi: San Giovanni Battista, San Ludovico, San Francesco, San Pietro, San Paolo e San Giacomo. 

Nel 1501, come ricorda ora una lapide, nella Chiesa delle Grazie venne sepolto Giovanni della Rovere e prima di trovare la sua collocazione alla Galleria Nazionale delle Marche, anche la Madonna di Senigallia di Piero della Francesca si trovava al suo interno.

Oggi una parte del convento ospita il museo di storia della mezzadria fondato nel 1978 da Sergio Anselmi: il Museo documenta la quotidianità di vita e di lavoro nelle campagne marchigiane nella prima metà del Novecento.