Maria Spes Bartoli Prima fotografa

Un nuovo progetto per Senigallia Città della Fotografia che conferma l’impegno nella ricerca sulle origini della fotografia a Senigallia. Dal 20 ottobre all’8 gennaio 2024 le sale al piano terreno di Palazzetto Baviera ospiteranno la mostra Maria Spes Bartoli. Prima Fotografa curata dal Simona Guerra in collaborazione con Vanessa Sabbatini.

Un nuovo progetto per Senigallia Città della Fotografia che conferma l’impegno nella ricerca sulle origini della fotografia a Senigallia. Dal 20 ottobre all’8 gennaio 2024 le sale al piano terreno di Palazzetto Baviera ospiteranno la mostra Maria Spes Bartoli. Prima Fotografa curata dal Simona Guerra in collaborazione con Vanessa Sabbatini.

Maria Spes Bartoli fu la prima fotografa professionista ad aprire un suo atelier nelle Marche, nel 1924.  Nata a Senigallia nel 1888, fu testimone di decisivi capitoli della storia del nostro Paese mentre, con il suo impegno lavorativo ed artistico, contribuì a cambiamenti importanti nel modo di definire la figura femminile all’interno della nostra società.

Il suo primato è un fatto degno di nota in quanto gli stereotipi di genere che hanno accompagnato la nostra cultura, sono stati per lungo tempo motivo di esclusione delle donne da molte professioni, compresa la fotografia.

A Senigallia Maria Spes visse fino ai suoi 16 anni; è qui che realizzò i primi scatti, assieme al padre Beniamino anch’esso fotografo. Più tardi si trasferì a Tolentino dove continuò il suo impegno in modo professionale. Pronipote del vescovo di Senigallia Ignazio Bartoli è nata in una famiglia di nobili origini votata dall’arte. Per lei la fotografia fu un mestiere ma anche un modo per conoscersi nel profondo dato che l’archivio conserva numerosi autoritratti di straordinaria bellezza.

Il teatro è l’altra presenza importante nella sua vita. Dopo gli esordi teatrali a Senigallia insieme al padre, ella fece parte del Circolo Mandolinistico-Filodrammatico di Tolentino e nel dopoguerra della Filodrammatica “A. Parisani” e della sezione filodrammatica del gruppo goliardico “S. Bezzi”.

La mostra racconta la vita della fotografa Maria Spes Bartoli. Nata a Senigallia nel 1888 fu la prima donna fotografa professionista ad aprire un suo atelier nelle Marche, nel 1924.

In esposizione opere originali realizzate tra la fine del ‘800 e i primi decenni del ‘900 relativi alla sua attività fotografica lavorativa e a quella artistica, privata, incentrata sull’autoritratto e sul teatro.

I soggetti spaziano in vari ambiti: architettura, vita quotidiana, le maestranze cittadine, la famiglia e le loro frequentazioni piuttosto altolocate, il collegio Bartoli e il Seminario vescovile seguiti dallo zio vescovo Ignazio, le loro attività teatrali e alcuni eventi storici.

A Senigallia Maria Spes realizzò i primi scatti assieme al padre Beniamino e proprio sulla nostra Città sono esposti numerosi scatti inediti realizzati dai Bartoli.

Fra questi anche quattro stampe inedite della storica tipografia di Giovanni Puccini, padre di Mario e molte vedute di città delle Marche e cartoline rare.

La mostra è promossa dalla Regione Marche e realizzata dal Comune di Senigallia nell’ambito degli eventi di Senigallia città della fotografia e vede la collaborazione della Fondazione Cassa di risparmio di Jesi, della BTEC di Carpi e dell’agenzia di comunicazione Pikta Studio di Senigallia.

La mostra sarà accompagnata da un catalogo prodotto da Progetto Piktart, Senigallia.

________________

Maria Spes Bartoli
PRIMA FOTOGRAFA
20 ottobre 2023 – 8 gennaio 2024

Palazzetto Baviera, Senigallia

Inaugurazione venerdì 20 ototbre ore 18,00

Icona calendario

WO UND WANN

20 Okt 2023 - 07 Jan 2024 - Piazza del Duca Senigallia 60019 (AN)

clock icon

Fahrpläne

Orari
Da giovedì a domenica dalle 15.00 alle 20.00

 

ticket

KOSTEN

Ingresso intero €. 4,00 (cittadini di età superiore ai 25 anni)

RABATTE

  • Ingresso agevolato €. 2,00 – cittadini dell’Unione europea di età compresa tra i 18 e i 25 anni e ai docenti delle scuole statali con incarico a tempo indeterminato.
  • Ingresso ridotto €. 3,00 – soci FAI, Touring, Coop Alleanza 3.0, Archeoclub d’Italia, Pro Loco, CNA, AVIS Senigallia, Associazione Albanostra – Cassa Mutua G. Leopardi, e possessori del biglietto di ingresso alla Rocca Roveresca o al Museo Archeologico Statale di Arcevia, special card per soci BCC Fano,  turisti ospiti delle strutture alberghiere di Senigallia muniti di apposito riconoscimento;
  • Gratuito per tutti i cittadini appartenenti all’Unione Europea, di età inferiore a 18 anni e per gli iscritti alla Libera Università per Adulti di Senigallia e nei casi previsti dal D.M. 11 dicembre 1997, n. 507 e ss.mm.ii.
  • Esibendo il biglietto di ingresso alla Rocca Roveresca di Senigallia si avrà diritto a un biglietto ridotto per la mostra.
  • Sono disponibili biglietti cumulativi con le altre mostre presenti.

 

download icon
email icon

... ups, Sie kommen zu spät zu dieser Veranstaltung!
Keine Sorge, in Senigallia wird es Ihnen nie langweilig und Sie können an vielen anderen Veranstaltungen teilnehmen!

Entdecken Sie bevorstehende Veranstaltungen

Immer mit Senigallia verbunden Abonnieren Sie den Newsletter

Feel Senigallia wird Sie daran erinnern, was Sie tun können und welche aufregenden Neuigkeiten es in der Stadt (und den umliegenden Gebieten) gibt.