Festival del Giallo

Pupi Avati

Il regista bolognese ha raccontato il suo modo di intendere il cinema e la scrittura per il grande schermo. In tanti sono arrivati a Senigallia per incontrare il regista Pupi Avati ospite dell’edizione del 2017 di „Ventimilarighesottoimari“. Un viaggio attraverso la sua carriera è quello che ha raccontato ai presenti in sala, dove non sono mancate gag , battute e ricordi legati alle amate Marche dove ha girato anche un film a Fermo „Il cuore grande delle ragazze“.

Finde mehr heraus

Mostra Dylan Dog

Nel 2015 grande protagonista delle mostre dedicate al fumetto del Festival del Giallo è Dylan Dog, il popolarissimo inquilino di Craven Road 7, protagonista nelle cupe atmosfere londinesi di avventure horror assieme all’amico Groucho e a Bloch, ispettore di polizia nonché suo grande amico. Le splendide tavole di Angelo Stano e Bruno Brindisi, a Senigallia insieme agli sceneggiatori Paola Barbato e Gianfranco Manfredi, riempiono le sale espositive della galleria Expo Ex e permettono di rivivere le cupe atmosfere londinesi in cui sono ambientate le avventure del celebre “Indagatore dell’Incubo”. Un evento reso davvero speciale per gli appassionati dalla presentazione di una storia inedita di Dylan Dog ambientata a Senigallia, disegnata da Luca Casalanguida e sceneggiata da Gianfranco Manfredi dal titolo Una notte con Lucrezia.

Finde mehr heraus

Mostra di Topolino

Al Festival del Giallo non poteva mancare un personaggio molto amato da intere generazioni in tutto il mondo e non solo dai più piccoli: Topolino. Senigallia dedica a lui nel 2016 la mostra speciale che ogni anno il festival dedica al fumetto, genere in continua e costante ascesa, richiamando da tutta Italia gli appassionati del genere e rendendo così ancora più speciale la settimana dedicata al mistero. Il percorso espositivo curato per la mostra Il caso Topolino – Indagine su un eroe a fumetti ha proposto copertine del giornale a lui dedicate e le tavole, anche originali, di autori storici come Disney, Gottfredson, Murry, Scarpa, Bioletto, Carpi, Pier Lorenzo De Vita, Bottaro e contemporanei come Cavazzano, Mastrantuono, Celoni, Mottura, Sciarrone, Perina, Ziche, Freccero, Massimo De Vita, Casty. Molto apprezzata anche la sala dedicata a Topalbano, parodia del commissario Montalbano creato da Andrea Camilleri, dove sarà possibile ammirare gli studi dei personaggi principali e le copertine realizzate da Giorgio Cavazzano. Imperdibile per i collezionisti il numero 3161 del settimanale, che contiene la storia “Gambadilegno e il Giallo della Camera Gialla”, ispirata dall’ormai famosa sala allestita nella sede della Fondazione Rosellini in viale Bonopera, dove sono conservati tutti i libri gialli pubblicati in Italia.

Finde mehr heraus

La Valigetta della Legalità

Ogni anno nell’ambito del Festival del Giallo c’è uno spazio dedicato ai grandi misteri irrisolti della recente storia italiana o alle inchieste che hanno segnato profondamente il Paese creando in tutti i settori della società sorpresa, paura e sgomento. La sezione denominata “La valigetta della Legalità” prende spunto da quella valigetta che incastrò Mario Chiesa dalla quale ebbe inizio l’inchiesta di Mani Pulite, esposta nel Palazzo Comunale di Senigallia come simbolo riconosciuto dell’impegno della pubblica amministrazione contro la corruzione. La strage alla stazione di Bologna, quella di piazza della Loggia a Brescia, il maxiprocesso alla mafia, il mistero di Ustica, Tangentopoli: stagioni drammatiche di storia italiana raccontate da registi, scrittori e protagonisti di allora per l’affermazione culturale della legalità.

Finde mehr heraus

Francesco Guccini

Uno dei più importanti e incisivi cantautori italiani degli ultimi 50 anni. L’edizione del Festival del Giallo 2014 verrà ricordata per la partecipazione di Francesco Guccini, uno dei più importanti e incisivi cantautori italiani degli ultimi 50 anni. La notorietà è arrivata con la musica grazie a canzoni indimenticabili come La locomotiva, Il vecchio e il bambino e L’avvelenata, solo per citarne alcune, ma la narrativa ha sempre avuto un ruolo fondamentale nella sua vita d’artista tant’è vero che nella sua carriera ventennale ha pubblicato diversi libri a cominciare da Cronache epifaniche del 1989 fino a Dizionario delle cose perdute del 2012. Importante e redditizia  la collaborazione con Loriano Macchiavelli presente con lui a Senigallia con il quale ha scritto tra gli altri Lo spirito e altri briganti, Mala stagione, e La pioggia fa sul serio, avvincente noir ambientato in un piccolo paese dell’Appennino Tosco-Emiliano.

Finde mehr heraus

Antonio Manzini

Attore, sceneggiatore, regista e scrittore italiano. Ospite a Senigallia nell’edizione 2016 del Festival del Giallo, Antonio Manzini è uno dei più popolari ed amati giallisti italiani per la capacità di far convivere nelle sue storie toni cupi, passioni forti ed un umorismo amaro e un po’ sfrontato. Nonostante lavori prevalentemente come attore cinematografico e televisivo ha pubblicato diversi racconti e romanzi gialli che hanno come protagonista il Vicequestore Rocco Schiavone, poliziotto fuori dagli schemi interpretato con successo da Marco Giallini nella serie tv andata in onda sui Rai 2.

Finde mehr heraus

Stefano Tura

Ospite dell’edizione 2016 del Festival del Giallo Stefano Tura cronista di cronaca nera e inviato di guerra. Ospite dell’edizione 2016 del Festival del Giallo Stefano Tura, corrispondente Rai da Londra dal 2006, si è sempre occupato di cronaca fin dall’inizio della sua carriera seguendo tra le altre cose la strage della stazione di Bologna e la vicenda della Uno Bianca oltre alle vicende dei serial killer Gianfranco Stevanin, Donato Bilancia e il mistero della famiglia Carretta. Come  scrittore ha esordito nel 2001 con Il killer delle ballerine mentre nel 2002 scrive Le caramelle di Super Osama – Viaggio a Kandahar di un inviato di guerra resoconto in prima persona della guerra in Afghanistan. Nel 2014 ha vinto il “Premio Romiti” con il romanzo Tu sei il prossimo mentre nel 2016 ha pubblicato il romanzo Il principio del male ben accolto da

Finde mehr heraus

Loriano Macchiavelli

L’edizione 2012 del Festival del Giallo vanta tra gli ospiti Loriano Macchiavelli, uno dei fondatori del noir italiano nonché autore di numerosi racconti ambientati nella sua città d’origine, Bologna, e padre di una delle coppie investigative più originali del giallo italiano: il poliziotto Antonio Sarti poliziotto e l’extraparlamentare di sinistra Rosas. Numerose anche le produzioni televisive tratte dai suoi romanzi e andate in onda negli anni ’80 e ’90. Dal 1997 ha iniziato con il noto cantautore e scrittore Francesco Guccini una collaborazione di cui non possiamo non ricordare Questo sangue che impasta la terra  e Un disco dei Platters – Romanzo di un maresciallo e una regina. I suoi romanzi sono stati tradotti anche all’estero in Francia, Germania, Portogallo, Spagna, Ungheria, Cecoslovacchia, Unione Sovietica, Giappone, Romania.

Finde mehr heraus

Petro Markaris

Nel 2015 il Festival del Giallo ha avuto l’onore di ospitare il grande scrittore greco Markaris, dalla cui penna è nata la celebre saga del commissario Kostas Charitos, che lettori e critica di tutto il mondo hanno subito ribattezzato “il fratello greco di Maigret” e “il Montalbano di Atene”. Intellettuale poliedrico e di grande talento, scrittore di opere teatrali, Markaris ha anche collaborato con il grande regista greco Theo Angelopoulos nei film I giorni del ’36, Alessandro il Grande, Il passo sospeso della cicogna, Lo sguardo di Ulisse (Premio speciale alla Giuria di Cannes nel 1995), L’eternità e un giorno (Palma d’oro a Cannes nel 1998). Attento osservatore della crisi greca che fa da cornice ai suoi romanzi polizieschi, negli ultimi anni Markaris ha tentato di offrire ai suoi lettori la propria interpretazione sulla genesi e la successiva evoluzione del tracollo sociale ed economico che ha colpito il paese ellenico, attraverso gli occhi e le gesta del commissario Charitos, impegnato a risolvere i più efferati omicidi che scuotono un’Atene già messa in ginocchio dalle tensioni sociali e dalle politiche della Troika.

Finde mehr heraus

Stefano Benni

Al Festival del Giallo del 2015 uno dei più noti e apprezzati scrittori italiani. Stefano Benni ospite al Festival del Giallo del 2015 è uno dei più noti e apprezzati scrittori italiani. I suoi romanzi e racconti contengono una forte satira della società italiana degli ultimi decenni elevando l’immaginazione tragicomica da elemento strutturale e tematico a gesto di critica sociale. Nato a Bologna nel 1947, Stefano Benni si è sperimentato con successo in generi diversi – dal romanzo alla poesia, dalla fantascienza al teatro – e in diversi linguaggi, con una particolare attenzione ai gerghi giovanili. Collabora con i quotidiani „La Repubblica“ e „Il Manifesto“. Al festival del giallo 2015 Stefano Benni ha presentato “Cari Mostri” scendendo negli anfratti del male con meravigliosa destrezza con le armi che più lo hanno contraddistinto nella sua lunga carriera: l’ironia e il grottesco.

Finde mehr heraus

Marco Malvaldi

Al festival del giallo di Senigallia uno dei più popolari ed amati scrittori di gialli italiani. Nel 2014 arriva al festival del giallo di Senigallia uno dei più popolari ed amati scrittori di gialli italiani: Marco Malvaldi. Pisano, ricercatore presso il Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale dell‘Università di Pisa, della sua antica passione ha conservato la capacità di osservare e mescolare con abilità gli elementi della narrazione. Un approccio scientifico, dove da un piccolo particolare, da una nota stonata, si ricostruisce l’intera sequenza degli eventi. Autore della fortunata serie del Bar Lume, nei 4 libri che la compongono (La briscola in cinque, Il gioco delle tre carte, Il re dei giochi, La carta più alta) compaiono gli stessi personaggi principali: il barista Massimo, gli anziani frequentatori del bar che spesso si esprimono in dialetto pisano, il commissario Fusco e la banconiera Tiziana. Ai terribili vecchietti del bar Lume è stata dedicata anche una serie televisiva interpretata da Filippo Timi. Molti anche i romanzi di grande successo di cui ricordiamo Argento vivo, La tombola dei troiai e La battaglia navale.

Finde mehr heraus

Arne Dahl ospite a Senigallia

Arne Dahl e il noir. Lo scrittore svedese Arne Dahl, uno dei maestri del noir nordico, è stato l’ospite d’eccezione della terza giornata di Ventimilarighesottoimari ,  il festival del noir e del giallo civile. Con lo storico del giallo Massimo Carloni e con il direttore editoriale di Marsilio Jacopo De Michelis Arne Dahl ha parlato del suo ultimo libro pubblicato in Italia, Il tempo del male, un thriller oscuro, inquietante ed elegante, primo episodio di una nuova serie firmata da Dahl che vede come protagonisti una brillante coppia di investigatori.

Finde mehr heraus
Immer mit Senigallia verbunden Abonnieren Sie den Newsletter

Feel Senigallia wird Sie daran erinnern, was Sie tun können und welche aufregenden Neuigkeiten es in der Stadt (und den umliegenden Gebieten) gibt.