Chiudi

Giornalista, scrittore e autore televisivo, ha collaborato, tra gli altri, con Il Manifesto, Cuore e L’unità.

Scopri di più

Dove e Quando

Informazioni

Per saperne di più

Graditissimo ritorno, quello di Alessandro Robecchi a Ventimilarighesottimari in giallo il quale presenterà il quinto episodio della sua fortunatissima e divertente saga che vede protagonista nelle vesti di un improbabile indagatore l’eccentrico autore televisivo milanese Carlo Monterossi.

Giornalista, scrittore e autore televisivo, ha collaborato, tra gli altri, con Il Manifesto, Cuore e L’unità. Attualmente scrive su Il Fatto Quotidiano, Pagina99 e Micromega. Tra i suoi scritti ricordiamo Manu Chao, musica y libertad (2001) e Piovono Pietre. Cronache marziane da un paese assurdo (2011). Tra i suoi gialli citiamo Questa non è una canzone d’amore (2014), Dove sei stanotte (2015), Di rabbia e di vento (2016).Nel 2017, ha pubblicato Torto Marcio e nel 2018 Follia maggiore.

8 cose da non perdere a Senigallia

  • Cena o Aperitivo in Spiaggia

    Con il mare che ti solletica i piedi, per un momento informale con gli amici o la famiglia o un appuntamento romantico.

  • Deliziati con una Cena Gourmet

    Scopri gli Chef stellati di Senigallia per un'esperienza gastronomica di altissimo livello.

  • Scopri la Senigallia sotterranea

    Visita l'Area Archeologica e scopri le origini della città di Senigallia, Il Cardo ed il Decumano costruiti dai romani e tante curiosità sulla nostra storia.

  • Torna bambino

    Costruisci un pista per le biglie nella fantastica Spiaggia di Velluto e rivivi i giochi di un tempo insieme ai tuoi figli.

  • Fitness Corner

    Rimani in forma anche in vacanza grazie ai Fitness Corner posizionati lungo la Spiaggia.

  • Balla il Jive

    Impara il ballo che ha contagiato Senigallia e tuffati negli anni '50.

  • Una serata a Teatro

    Il fascino esclusivo di una elegante serata a Teatro

  • Scopri la Storia dei Della Rovere

    Fatti guidare in una visita in città su tutti i luoghi significativi per la famiglia Della Rovere, signori di Senigallia.