Chiudi

Dal 25 ottobre 2019 al 2 febbraio 2020, Palazzo del Duca e Palazzetto Baviera ospiteranno i 70 scatti della mostra “Razza umana” di Oliviero Toscani

Scopri di più

Dove e Quando

Informazioni

Per saperne di più

Dal 25 ottobre 2019 al 2 febbraio 2020 le sale di Palazzo Ducale e di Palazzetto Baviera ospiteranno una selezione di 70 fotografie della mostra “Razza Umana” di Oliviero Toscani, progetto che racconta i cittadini del mondo, per far riflettere sul valore dell’eguaglianza tra popoli nell’accettazione delle differenze.  La presentazione con Toscani è in programma giovedì 31 ottobre, alle ore 18,30 non a Palazzetto Baviera come precedentemente comunicato ma all'auditorium San Rocco. Lo stesso giorno, alle ore 15 alla Rotonda a mare, il maestro terrà anche un seminario formativo sulla comunicazione promosso dalla Cna, che guiderà i partecipanti dentro un dibattito sul rapporto fra creatività, abilità e tecnologia.
 
Toscani è indubbiamente uno dei fotografi più importanti e conosciuti in Italia e all’estero, creatore di campagne pubblicitarie irriverenti e mediatiche che hanno fatto discutere tutto il mondo. Da sempre attratto dalle fisionomie umane e dalla loro rappresentazione, nel 2007 lancia il progetto “Razza Umana”, definita dallo stesso maestro “uno studio socio-politico, culturale e antropologico che ritrae la morfologia della razza umana al fine di osservarne le peculiarità e le caratteristiche, per capire le differenze”.  

Una mostra itinerante che ha viaggiato per il mondo, passando dal Giappone al Guatemala, dal Belgio alla Thailandia alla Namibia, oltre ovviamente all’Italia dove è stata esposta in più di 100 comuni. È una ricerca che indaga la forma umana e si concentra sulle piccole imperfezioni che racchiudono l’essenza di tutti noi. Aiutato dal suo team, Oliviero Toscani allestisce in ogni tappa del suo percorso un vero e proprio studio fotografico per ritrarre la gente del luogo, la gente comune che rappresenta il campione di umanità che verrà poi messo in mostra, a confronto con gli scatti realizzati in altre parti del globo.

La fotografia diventa così uno strumento di conoscenza profonda che permette, attraverso lo sguardo di ogni singola persona, di poter catturare la sua anima e le esperienze che ha vissuto: un modo per abbattere le disuguaglianze, superando differenze di genere, sociali, culturali, questa è la potenza di “Razza umana”, come racconta lo stesso Toscani: “Non c’è bisogno di fotografare la guerra per rappresentare il disastro che compie nella società. Basta guardare due occhi che ti fissano con terrore e capisci cosa è la guerra. Credo si possa fotografare l’anima attraverso lo sguardo degli esseri umani. L’anima nelle sue fattezze, grandezze, meschinità, bruttezze, e bellezze più estreme. La mia ricerca è fotografare facendomi guardare “dritto negli occhi”.

La mostra è organizzata dal Comune di Senigallia, Regione Marche e Cna in collaborazione con Camera di Commercio delle Marche, Uni.co e Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi.

8 cose da non perdere a Senigallia

  • Cena o Aperitivo in Spiaggia

    Con il mare che ti solletica i piedi, per un momento informale con gli amici o la famiglia o un appuntamento romantico.

  • Deliziati con una Cena Gourmet

    Scopri gli Chef stellati di Senigallia per un'esperienza gastronomica di altissimo livello.

  • Scopri la Senigallia sotterranea

    Visita l'Area Archeologica e scopri le origini della città di Senigallia, Il Cardo ed il Decumano costruiti dai romani e tante curiosità sulla nostra storia.

  • Torna bambino

    Costruisci una pista per le biglie nella fantastica Spiaggia di Velluto e rivivi i giochi di un tempo insieme ai tuoi figli.

  • Fitness Corner

    Rimani in forma anche in vacanza grazie ai Fitness Corner posizionati lungo la Spiaggia.

  • Balla il Jive

    Impara il ballo che ha contagiato Senigallia e tuffati negli anni '50.

  • Una serata a Teatro

    Il fascino esclusivo di una elegante serata a Teatro

  • Scopri la Storia dei Della Rovere

    Fatti guidare in una visita in città su tutti i luoghi significativi per la famiglia Della Rovere, signori di Senigallia.